COORDINAMENTO PRECARI E DISOCCUPATI DELLA SCUOLA della Provincia di Venezia

3


 

 

Nota 5 luglio 2000

(Compilazione GP)

 


 

DIREZIONE GENERALE DEL PERSONALE E DEGLI AFFARI GENERALI ED AMMINISTRATIVI

Nota 5 Luglio 2000

Prot. D7/2222

 

Oggetto: Personale della scuola - Attività connesse alla formazione delle graduatorie permanenti.

 

Questa Amministrazione, nell’ambito delle iniziative finalizzate al coinvolgimento delle scuole e del personale scolastico nell’attività connessa alla formazione delle graduatorie permanenti di cui al regolamento emanato con D.M. del 27 marzo 2000, e relativo decreto attuativo ( D.M. 18 maggio 2000 n.146) ha avviato una contrattazione con le Organizzazioni Sindacali della scuola per l’utilizzazione di fondi da destinare alla retribuzione del personale scolastico che volontariamente intenda partecipare a detta attività. 

Al fine di consentire all’Amministrazione l’acquisizione degli elementi utili per la definizione dell’intesa con le OO.SS., per quel che attiene sia alla predisposizione del progetto complessivo che al piano di riparto, a livello di Ufficio scolastico provinciale, delle risorse disponibili, le SS. LL. sono invitate a fornire i seguenti elementi conoscitivi:

 

a) se siano state assunte o se si stia valutando di assumere iniziative comportanti il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche nell’attività in parola;


b) il numero delle istituzioni scolastiche e le unità complessive di personale della scuola coinvolte, indicando separatamente il contingente numerico del personale docente e quello A.T.A., distinti per profilo professionale;


c) la tipologia di attività che dovrà essere svolta dal personale della Scuola nella formazione delle graduatorie permanenti, ed in particolare, se in detta attività sia compresa anche la valutazione dei titoli culturali e di servizio, ovvero sia limitata alla sola acquisizione al sistema delle domande prodotte, precisando il numero degli addetti alle singole attività;


d) le modalità di esplicazione dell’attività in questione, evidenziando, in particolare se la medesima verrà svolta in orario di servizio ovvero in orario aggiuntivo, indicando i rispettivi contingenti.

 

Nel segnalare la necessità ed urgenza di acquisire gli elementi richiesti, ai fini della conclusione dell’intesa con le Organizzazioni Sindacali, si prega di far pervenire detti dati entro il 15 luglio p.v., con l’avvertenza che la mancata o tardiva risposta verrà considerata come risposta negativa.

 


Circolare Ministeriale 28 giugno 2000, n. 174

Prot. n. D1/5137

Oggetto: Prima integrazione delle graduatorie permanenti: D.M. n. 146 del 18 maggio 2000 - Chiarimenti - Valutazione titoli e operazioni connesse.

 

Ad integrazione di quanto precisato con le note prot. n. 4190 del 31 maggio 2000 e n. 4247 del 1° giugno 2000 e per corrispondere a richieste di ulteriori chiarimenti sulla materia, si forniscono di seguito, risposte sintetiche ai quesiti più significativi sottoposti all'attenzione di questa Direzione Generale.

1. Il docente di ruolo, abilitato per altro ordine di scuola, ma privo del requisito dei 360 giorni di servizio, può essere comunque incluso nelle graduatorie permanenti, anche senza il requisito dell'iscrizione nelle graduatorie di supplenze. Il servizio di ruolo, in tal caso, sostituisce detta iscrizione.

2. Le abilitazioni conseguite separatamente, le quali, se congiunte, abilitano ad altra classe di concorso, sono valutate facendo la media aritmetica dei punteggi conseguiti in ciascuna di esse, rapportata in centesimi.

3. Le due abilitazioni conseguite congiuntamente, a seguito della partecipazione a procedura abilitante per gli ambiti disciplinari dall'1 al 6, consentono l'iscrizione in ciascuna delle corrispondenti graduatorie permanenti, con il punteggio specifico ottenuto in ciascuna di esse. Non è valutabile in ciascuna graduatoria, sotto la voce "altri titoli", di cui all'Allegato A, lettera D, del D.M. n. 123/2000, l'altra abilitazione conseguita con la medesima procedura abilitante.

4. L'inserimento nella II o III fascia è consentito solo a chi possiede il requisito del servizio statale nello stesso settore scolastico (o solo scuola primaria o solo scuola secondaria o solo educativo) secondo i criteri fissati per l'inserimento nelle graduatorie dei precedenti concorsi per soli titoli.

5. Il servizio prestato nelle scuole non statali viene valutato solo se risultano versati i relativi contributi (O.M. n. 371/1994 e successive integrazioni).

6. La seconda abilitazione o idoneità che si consegue partecipando alle sessioni riservate in svolgimento ed i cui corsi non sono ancora conclusi, dà titolo all'inserimento, con riserva, nella corrispondente graduatoria permanente - con l'obbligo di documentare entro 10 giorni dalla pubblicazione degli elenchi idonei o abilitati, il relativo titolo -, ma non può essere valutata sotto la voce "altri titoli" (Allegato A, lettera D, D.M. n. 123/2000), in quanto non ancora acquisita allo scadere del termine di presentazione della istanza.

7. L'iscrizione nelle graduatorie permanenti di strumento musicale è consentita solo a chi risulta abilitato in Educazione Musicale alla data del 25 maggio 1999, o si sta abilitando in Strumento Musicale, ai sensi dell'O.M. n. 202/1999, ed abbia prestato servizio d'insegnamento nello strumento musicale per almeno 360 giorni. Entrambe le suddette categorie di docenti sono incluse nella graduatoria permanente sulla base dei titoli posseduti, senza distinzione di fasce. Resta confermato che anche coloro che sono inseriti negli elenchi compilati ai sensi del D.M. 13.2.1996 devono possedere, comunque, il suddetto requisito di 360 giorni nell'insegnamento specifico oltre che l'abilitazione in Educazione Musicale.

8. Il servizio prestato in attività di sostegno, sulla base dell'inserimento nelle graduatorie di supplenze per la classe di concorso 41/A – Igiene mentale e psichiatria infantile -, ora soppressa, viene valutato solo se rientra nell'area disciplinare in cui è inclusa la classe di concorso, per la quale si chiede l'inserimento nella graduatoria permanente (C.M. n. 215 dell'8/9/1999).

9. Relativamente alla classe LII/C - Esercitazioni di pratica professionale -, ora soppressa, è previsto il solo aggiornamento della graduatoria permanente, per coloro che già si trovavano nel precedente concorso per titoli, ai fini della nomina sul sostegno.

10. Il superamento di corsi di riconversione professionale, abilitanti di tipo A, consente l'iscrizione nelle graduatorie permanenti, in analogia alle abilitazioni conseguite nelle sessioni riservate.

11. Non sono valutabili sotto la voce "altri titoli", di cui all'allegato A, lett. D, del D.M. n. 123/2000, i corsi di perfezionamento o di specializzazione post-lauream ed il dottorato di ricerca, in quanto non danno accesso al ruolo, cui si riferisce il concorso. Non è, altresì, valutabile l'idoneità per le scuole elementari, ai fini delle graduatorie per le scuole secondarie e viceversa, in quanto trattasi di settori scolastici diversi.

12. I docenti, già inclusi, per propria scelta, nelle soppresse graduatorie per titoli in una sola provincia, non possono chiedere l'inclusione in una seconda provincia.

13. La valutazione del servizio, di cui all'allegato A, lettera B e C del D.M. n. 123/2000, deve essere riferita ad un massimo di sei mesi per anno scolastico, anche se lo stesso sia stato prestato in parte nelle scuole statali ed in parte nelle scuole non statali.

Si precisa, inoltre, che le abilitazioni e le idoneità all'insegnamento, conseguite in uno dei Paesi dell'Unione Europea e riconosciute da questo Ministero, in applicazione delle direttive comunitarie 89/48 CEE e 92/51 CEE, consentono agli interessati l'inserimento nelle graduatorie permanenti, purché in possesso degli altri requisiti previsti, in virtù dell'equiparazione di tale procedura a quella prevista per il conseguimento dell'abilitazione o idoneità, mediante concorso o superamento delle sessioni riservate. A tal fine, si deve attribuire il punteggio minimo previsto nella tabella di valutazione dei titoli per le abilitazioni conseguite in Italia, in analogia a quanto previsto per i titoli stranieri dichiarati equipollenti a titoli italiani, nella tabella di valutazione dei concorsi ordinari.

Per agevolare, infine, le complesse operazioni connesse alla valutazione dei titoli, all'acquisizione dei punteggi e alla predisposizione delle graduatorie permanenti, si allega il modello di scheda di valutazione, utilizzabile anche nel formato elettronico, relativo al personale docente ed educativo. La scheda andrà compilata e validata dal responsabile del procedimento, secondo le indicazioni operative fornite dal S.I..

Si precisa che la cartella di lavoro, predisposta a tal fine, è uno strumento di supporto corredato da alcune formule, finalizzate ad aiutare l'operatore nel calcolo dei punteggi e nella predisposizione dei dati da riportare sullo schermo. Resta, quindi, imprescindibile, in qualsiasi caso, la funzione della valutazione.

Per quanto concerne la designazione del responsabile del procedimento, si precisa che va indicato un unico referente per Ufficio Scolastico Provinciale, a prescindere dal numero di scuole eventualmente coinvolte nel processo di acquisizione delle domande, comunicandolo alla casella graduatorie.permanenti@istruzione.it

Si invita, inoltre, a voler rilevare il numero di domande pervenute mediante un foglio excel, predisposto a tal scopo ed inviato al predetto indirizzo di posta elettronica.


Allegato
( nel formato xls )


 

 

alle NEWS

alla homepage