á

COORDINAMENTO PRECARI E DISOCCUPATI DELLA SCUOLA della Provincia di Venezia

3

 

LE NOTE MINISTERIALI DEL 23 E 25/10/2000

( Graduatorie permanenti e sessioni riservate: chiarimenti )

 


áá

 

Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione Generale del Personale e degli AA.GG.AA. (Div. I)

Nota prot. n. D1/9379 (telefax) del 25 ottobre 2000 

Oggetto: D.M. 146/2000. Graduatorie permanenti candidati inclusi in via provvisoria, in attesa frequenza corsi O.M. 33/2000.

Si fa riferimento a numerosi quesiti pervenuti circa i provvedimenti da adottare nei confronti dei candidati inseriti nella III o IV fascia delle graduatorie permanenti, inclusi in via provvisoria per essere in attesa di frequentare i corsi finalizzati al conseguimento dell'abilitazione o dell'idoneitÓ da attivare ai sensi dell'O.M. 33/2000, la cui iscrizione Ŕ subordinata all'effettivo superamento degli esami finali, i quali, nel frattempo, abbiano conseguito l'abilitazione o l'idoneitÓ a seguito della partecipazione ai concorsi per esami e titoli a cattedre o posti.
Al riguardo si precisa che i docenti in questione, in quanto giÓ abilitati o idonei all'insegnamento a seguito del superamento di procedure concorsuali non devono essere avviati alla frequenza di corsi finalizzati al conseguimento di titoli giÓ posseduti.
Peraltro, non sarebbe giustificato neppure sotto il profilo della spesa consentire ai docenti in questione di frequentare i corsi.
Questo Ministero, tuttavia, Ŕ dell'avviso che il nuovo status, conseguito per merito dagli interessati, non debba produrre effetti negativi nei confronti degli stessi, come avverrebbe se si disponesse l'esclusione dalle attuali graduatorie permanenti, considerando che ad essi spetti l'iscrizione in fascia successiva alla IV, in occasione del primo aggiornamento delle graduatorie da disporre ai sensi dell'art. 4 del regolamento adottato con D.M. 123/2000, a favore del personale che abbia superato l'ultimo concorso per esami e titoli.
Ci˛ posto, si ritiene, comunque, che debba essere assicurata paritÓ di trattamento a tutti i candidati inclusi, alle predette condizioni, nelle graduatorie permanenti, anche in relazione al momento dello scioglimento della riserva in graduatoria.
Si precisa, pertanto, che ai candidati in questione lo scioglimento della riserva nella graduatoria in cui sono iscritti e l'attribuzione del punteggio spettante saranno assicurati contemporaneamente e con le medesime modalitÓ stabilite dal D.M. 146/2000 agli altri candidati che hanno frequentato e superato gli esami finali dello stesso corso cui gli interessati sono stati ammessi.

Il Direttore Generale: Paradisi



Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione Generale del Personale e degli AA.GG.AA. (Div. I)

Nota prot. n. D1/7447 (telefax) del 25 ottobre 2000

Oggetto: Sessione riservata abilitazione O.M. 153/1999 e O.M. 33/2000. Quesito.

Con riferimento al quesito formulato con nota prot. n. 20060 del 7 luglio 2000, si precisa che l'art. 4 dell'O.M. n. 33/2000, che elenca tassativamente le categorie di personale che ha titolo a partecipare ai corsi abilitanti, non prevede la possibilitÓ che il personale docente di ruolo, che abbia giÓ partecipato alla sessione riservata di abilitazione indetta ai sensi della O.M. 153/99, venga ammesso ad un ulteriore corso abilitante per il conseguimento di altre abilitazioni.

Il Direttore Generale: Paradisi



Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione Generale del Personale e degli AA.GG.AA. (Div. I)

Nota prot. n. D1/9351 (telefax) del 23 ottobre 2000

Oggetto: O.M. 153/1999. Candidati che hanno superato gli esami con riserva.

Sono pervenute istanze da parte di candidati, in possesso dei requisiti previsti per l'ammissione alla sessione riservata indetta con l'O.M. 33/2000 per una determinata classe di concorso o posto di insegnamento, intese ad ottenere lo scioglimento della riserva apposta al superamento degli esami finali della sessione riservata indetta ai sensi dell'O.M. 153/1999 per la medesima classe di concorso o posto di insegnamento, cui avevano partecipato pur non avendone titolo per carenza dei requisiti di ammissione.
Al riguardo si conferma che il personale in questione ha titolo, alla luce delle istruzioni diramate con C.M. n. 111/2000, ad ottenere lo scioglimento della riserva in sede di cessazione della materia del contendere.
L'operazione potrÓ essere effettuata solo quando giungeranno a conclusione i corsi di abilitazione o di idoneitÓ istituiti ai sensi dell'O.M. 33 citata e saranno sostenuti gli esami finali dai candidati avviati a detti corsi, gli stessi cui avrebbero dovuto partecipare gli attuali istanti.
In relazione, poi, a quanto previsto dall'art. 3 dell'O.M. 33/2000 circa la necessitÓ, come presupposto per ottenere lo scioglimento, di presentare "nuova" domanda di ammissione alla sessione riservata di cui all'O.M. citata, avente duplice finalitÓ di richiesta di scioglimento della riserva da parte degli interessati ed adempimento organizzativo da parte dell'Amministrazione, si osserva che, in linea di principio, la mancata presentazione della domanda avrebbe dovuto comportare l'esclusione dalla sessione riservata e di conseguenza la perdita della possibilitÓ di usufruire dello scioglimento della riserva.
Ci˛ posto, tuttavia, considerato che la conseguenza sopra descritta costituirebbe un danno irreparabile a carico degli interessati e spropositato rispetto all'omissione di cui trattasi, si ritiene che anche un'istanza prodotta tardivamente possa essere ritenuta valida ai fini in questione.

Il Direttore Generale: Paradisi

 


alle NEWS

all' ARCHIVIO Grad.Permanenti

alla homepage