Coordinamento Precari e Disoccupati della Scuola

Provincia di Venezia

COME SI CONFERISCONO LE SUPPLENZE

A cura di Andrea Florit

 Non mi stancherò mai di ribadire COME, secondo norma, debbano essere conferite le supplenze, dato che le procedure seguite dagli Usp e dai DS sono spesso illegali e quanto mai diversificate da provincia a provincia e da scuola a scuola.

 

 

31/08/2009

 

COME RECLUTARE I SUPPLENTI

 

Dopo anni e anni che, vanamente, da queste pagine continuiamo a sottolineare che "Non ci stancheremo mai di ripetere COME debba essere effettuato il reclutamento dei supplenti", pare che finalmente ad agosto 2009 molti Usp abbiano compreso la corretta procedura da seguire, onde evitare lungaggini e spreco di soldi per le scuole. Ma altri Usp continuano a non seguire la normativa.

Di sicuro è venuto in aiuto il Regolamento sulle supplenze, emanato come DM 131 dall'ex ministro Fioroni il 13/6/2007, che ha riunito, ribadendole, alcune regole già presenti in diversi provvedimenti, come il precedente regolamento, la legge 124/99 e la legge 333/01, ma che sfuggivano a non pochi responsabili degli Usp.

Questo è quanto previsto dal Regolamento:

 

1) per le cattedre annuali e per le cattedre, i posti e gli spezzoni oltre le 6 ore disponibili fino al termine delle attività didattiche:

a) si usano esclusivamente le GaE scorrendole fino ad esaurimento (code comprese);

b) chi effettua l'INDIVIDUAZIONE del destinatario della supplenza rimane il dirigente dell'Usp fino al 31 dicembre, a meno di esaurimento della GaE (l'Usp deve quindi continuare a convocare, anche in caso di nuove disponibilità, fino a completo scorrimento della GaE e/o fino al 31/12);

c) solo a GaE esaurita o trascorso il 31/12, l'INDIVIDUAZIONE viene fatta dal Dirigente scolastico (DS) e usando esclusivamente le Graduatorie di circolo e istituto (GCI);

d) la SOTTOSCRIZIONE del contratto, con il supplente, viene fatta fino al 31/7 (quest'anno 31/8) dal Dirigente dell'Usp, dopo tale data dal DS (con data dell'assunzione in servizio);

e) gli spezzoni oltre le 6 ore e quelli fino a 6 ore costituenti cattedra non possono essere preventivamente distribuiti, spezzandoli, agli insegnanti della scuola, a meno di esaurimento della GaE, della graduatoria dell'istituto e di quelle degli istituti viciniori.

 

2) per gli spezzoni fino a 6 ore non costituenti cattedra:

a) l'INDIVIDUAZIONE del destinatario è fatta dal DS, prioritariamente tra i docenti in servizio nella scuola (prima per completamento d'orario, poi come ore aggiuntive) e successivamente utilizzando le GCI per un nuovo supplente;

b) la SOTTOSCRIZIONE del contratto, con il supplente, viene fatta dal DS.

 

3) per le supplenze temporanee:

a) l'INDIVIDUAZIONE del destinatario è fatta dal DS utilizzando le GCI;

b) la SOTTOSCRIZIONE del contratto, con il supplente, viene fatta dal DS.

 

Se tutti i dirigenti degli Usp (e i DS) seguissero correttamente quanto previsto al punto 1 (eventualmente delegando i DS di alcune "scuole polo-di riferimento" all'individuazione dei destinatari di alcune GaE, per accelerare i tempi), le segreterie delle scuole sarebbero notevolmente alleggerite di lavoro, con risparmio di tempo e di non poco denaro. Troppo spesso, invece, fatta una prima convocazione o trascorso il 31/7 (quest'anno 31/8), gli Usp "restituiscono" scorrettamente cattedre, posti e spezzoni residui ai DS (pur con la GaE ancora da scorrere completamente), incaricandoli di trovare i destinatari da GCI.

 

 


all'inizio



 

Agg. 01/09/09

Torna alle NEWS